Skip to content Skip to footer

A ferro e fuoco.

L’OCCUPAZIONE ITALIANA DELLA JUGOSLAVIA 1941-1943

A ferro e fuoco.

   L’OCCUPAZIONE ITALIANA DELLA JUGOSLAVIA 1941-1943

3. Occupazioni e annessioni

La Jugoslavia viene smembrata fra i vincitori.
La Germania annette la  Slovenia settentrionale.
L’Italia annette la Slovenia meridionale, la Dalmazia ed il retroterra di Fiume, già italiana dal 1924.
L’Ungheria annette la parte occidentale della Voivodina, il Prekmurje sloveno ed alcune piccole aree della Croazia.
La Bulgaria annette quasi tutta la Macedonia.
L’Albania (unita all’Italia del 1939) annette la maggior parte del Kossovo ed una fetta di Montenegro.
La Croazia diventa uno stato indipendente che comprende anche la Bosnia Erzegovina, alla cui testa viene posto il leader del movimento ustašcia, Ante Pavelić.
Il Montenegro viene staccato dalla Serbia e l’Italia deve decidere che cosa farne.
Ciò che resta della Serbia diviene uno stato fantoccio dei tedeschi.

Chi è Ante Pavelić e che rapporti ha già avuto con l’Italia fascista?