Skip to content Skip to footer

A ferro e fuoco.

L’OCCUPAZIONE ITALIANA DELLA JUGOSLAVIA 1941-1943

A ferro e fuoco.

   L’OCCUPAZIONE ITALIANA DELLA JUGOSLAVIA 1941-1943   

3. Italiani, četnici e tedeschi

Durante le offensive i comandi italiani utilizzano largamente le bande četniche.
Ciò provoca le reazioni negative dei tedeschi, che considerano i četnici come nemici, in quanto espressione del governo jugoslavo in esilio, e ne chiedono il disarmo.
I četnici invece cercano di cogliere l’occasione per consolidare il loro controllo del territorio e costruire un “corridoio četnico” dalla Lika al Montenegro. Invece vengono duramente sconfitti dai partigiani. Le operazioni hanno un impatto terrificante sulla popolazione.

Durante le offensive del 1943 come funziona l’alleanza fra italiani e četnici?
Come reagiscono i tedeschi?
Perché i četnici perdono la guerra civile?