Skip to content Skip to footer

A ferro e fuoco.

L’OCCUPAZIONE ITALIANA DELLA JUGOSLAVIA 1941-1943

A ferro e fuoco.

   L’OCCUPAZIONE ITALIANA DELLA JUGOSLAVIA 1941-1943   

Per cercare di contenere le attività partigiane, i comandi italiani, tedeschi e croati pianificano una serie di grandi operazioni, volte a distruggere il nucleo principale dell’esercito partigiano.
Nel 1942 le principali operazioni sono Trio, Alfa, Beta e Dinara; nel 1943 Weiss e Schwarz.
I partigiani subiscono perdite pesantissime, ma riescono sempre a sfuggire alla completa distruzione, per riprendere l’attività in altre zone, dove la presenza nemica è minore.

Come fa l’esercito popolare di liberazione a sfuggire alle grandi offensive dell’Asse?